PESCARA. VIALE MARCONI- INCROCIO VIALE PINDARO

INSUFFICIENTI I PARCHEGGI LATO MARE…ORA A TEMPO

“Tanto tuonò che piovve. Fioccano le multe nei parcheggi lato mare zona viale Marconi- incrocio viale Pindaro, di recente posti a tempo. Gli automobilisti che non espongono il disco orario temporale giustamente incorrono nelle reprimende della polizia municipale. Così, i residenti della zona si sono visti sottrarre i pochi spazi utili alla sosta, aspettando i 100 posti ipotizzati nell’ex spazio Di Bartolomeo”.

Così Donato Fioriti ,Presidente ass. consumatori “Contribuenti Abruzzo” e componente CRUC Regione Abruzzo.

“Al peggio non c’è mai fine, davvero! -Così prosegue Fioriti. Dapprima, con la nuova viabilità, degna di un “Gioco dell’Oca”, i posti auto sono stati ridotti ai minimi termini, poi, addirittura, quei pochi rimasti sono stati posti a tempo. La motivazione risiederebbe nell’opportunità offerta agli utenti dei “pochi” esercizi commerciali presenti in zona di parcheggiare, visto che non sanno come fare, stante l’attuale viabilità. E’ nata una sorta di lotta tra poveri, tra utenti e residenti.”

“Non è possibile – prosegue Fioriti- che i residenti di palazzine, per la maggior parte anni 70/80 e quindi con penuria di garage, non sappiano più come fare per evitare di parcheggiare l’auto a km di di distanza. Un colpo mortale è stato ora inferto con i parcheggi a tempo”.

“Ci appelliamo- conclude Fioriti- alla sensibilità istituzionale del sindaco Carlo Masci, dell’assessore Mascia, dei Presidenti di Commissione Pastore e Foschi, affinché, per controbilanciare questa situazione, si riservino alle palazzine limitrofe all’ex spazio Di Bartolomeo i 100 posti previsti, con la speranza ulteriore che vengono realizzati al più presto. Vista la grave situazione emergenziale, abbiamo attivato il ns team legale guidato dagli ’avv. Giovanni Scudieri e Patrizia Pennese”.

Pubblicità