CHIUSO, DOPO 60 ANNI, L’UFFICIO POSTALE DI VILLA SAN VINCENZO (GUARDIAGRELE)

CONTRIBUENTI ABRUZZO CHIEDE L’INCONTRO CON IL DIRETTORE DELLA FILALE DI CHIETI NARDONE

“Pronti a dare una mano e solidali, tanto con il sindaco di Guardiagrele Simone Dal Pozzo, che conosciamo ed apprezziamo, quanto con il comitato costituito”.

Così Donato Fioriti, Presidente Associazione Consumatori Contribuenti Abruzzo e responsabile CRUC (Consulta Regionale Utenti e Consumatori) della Regione Abruzzo, per Relazioni Esterne ed Istituzionali.

“Si tratta di un ufficio che serve oltre un migliaio di famiglie- spiega Fioriti- e ben 4 frazioni, oltre a trovarsi sulla statale di passaggio per Lanciano (CH). E’ chiuso dai primi di marzo e l’operatore unico preposto lavora in altro paese ormai da tempo”.

“Comprendiamo il disagio e la rabbia dei cittadini -prosegue Fioriti- , appoggiamo la raccolta firme per la riapertura e confidiamo sull’attenzione di Poste italiane e delle sigle sindacali di settore. Nel frattempo, portiamo questo caso all’attenzione della prima riunione utile della CRUC della Regione Abruzzo” ed attiviamo il nostro team legale territoriale coordinato dall’avvocato cassazionista del Foro Di Chieti Giovanni Scudieri.

“Abbiamo sentito- conclude Fioriti- che il comitato sta valutando di invitare i cittadini di Villa San Vincenzo e frazioni limitrofe a chiudere conti correnti e libretti postali. Affinché  non si renda necessaria questa ritorsione estrema, chiediamo immediatamente l’apertura di un tavolo “ad hoc”, anche attraverso piattaforma telematica, con il Sindaco del Pozzo, il rappresentante del comitato ed il direttore di Filale di Chieti dott. Daniele Nardone, che apprezziamo come persona disponibile e sensibile, pronti a dare il nostro contributo.